Figli di Dio e fratelli nel Battesimo


  Quest’anno iniziamo la Quaresima in "quarantena"

(due termini che hanno la stessa origine semantica),

senza la possibilità di celebrare assieme la liturgia delle Ceneri.

 

Ci dispiace, ma dall’altra parte ho anche la convinzione che questa forma di "quarantena"

possa diventare un'opportunità di riflettere sulla Quaresima

molto di più che se avessimo potuto viverla "come abbiamo sempre fatto".

E allora, iniziamo questa Quaresima proprio nel “deserto”.

Il deserto e il vuoto delle nostre chiese che però vuole diventare

un’occasione per fare deserto” dentro di noi

e raccoglierci in una preghiera più intima e profonda,

magari raccogliendoci in famiglia e coinvolgendo chi nella famiglia fa più fatica.

In questi giorni la chiesa rimane aperta per la preghiera personale.

In particolare mercoledì delle ceneri sarà esposta la croce

per aiutarci a entrare nel clima di Quaresima contemplando l’amore incondizionato di Gesù,

e domenica sarà esposto il Santissimo Sacramento

come richiamo al dono eucaristico che si rinnova ogni domenica.

 

Per aiutarci nella preghiera individuale e in famiglia 

potete trovare  nel banchetto in chiesa

 il messaggio del Vescovo Claudio all’inizio della Quaresima

e una traccia di preghiera preparata dall’Ufficio liturgico.

Trovate anche ipezzi del puzzle da incollare

nel foglio viola del programma della Quaresima.

 

 Buona Quaresima.

 

don Paolo

  *******************************************************************************************************

 

Per vivere la Quaresima

 

Il tempo di Quaresima ci offre l’opportunità di riscoprire il significato e il valore del nostro Battesimo proprio nella PREGHIERA filiale a Dio.